Il foglio dell'Arte
Home
Redazione
Contatti
NEWS ARTICOLI MUSEI E MOSTRE COMUNICATI STAMPA ASTE
  19 Dicembre 2018
07/10/2014 di Marco Minuto

Da Guercino a Caravaggio Sir denis Mahon e l´Arte Italiana del XVII secolo

Caravaggio, Suonatore di Liuto
Caravaggio, Suonatore di Liuto
Si realizza il sogno di Sir Denis Mahon.
Il progetto si realizza purtroppo tre anni dopo la sua scomparsa. La galleria d´Arte Antica, in Palazzo Barberini di Roma, ancora una volta ci stupisce ospitando una entusiasmante rassegna culturale che omaggia il Barocco e tutta l´opera di Sir Denis Mahon, mecenate, grande collezionista ed estimatore di fama mondiale di questa stagione artistica. La rassegna sarà visitabile fino all´8 Febbraio 2015
Egli avrebbe desiderato festeggiare i suoi cento anni riunendo tutti i capolavori da lui generosamente donati ad istituzioni internazionali.
Un grande mecenate che ha scelto di estendere la bellezza dell´arte Barocca a tutti coloro che non avendo le sue possibilità, avrebbero così potuto usufruire del dono universale e salvifico della pittura.
La mostra quindi, omaggia il gentiluomo che, attraverso la sua passione ed il suo studio, ha rinnovato l´interesse mondiale della pittura del primo Seicento.
Da grande storico dell´arte e da uomo di sensibilità estrema, Sir Denis Mahon era profondamente convinto che il patrimonio artistico, prodotto dalla nazione in cui si sviluppava il movimento, appartenesse ai cittadini che la abitavano.
Sin dagli anni trenta i suoi approfonditi studi sull´Arte del Seicento italiano hanno contribuito a rivalutare in campo mondiale il Barocco nella giusta prospettiva.
Dal suo prediletto Guercino a Carracci, al grande Caravaggio di cui, unitamente a Nicola Poussin, egli stesso fece sorprendenti scoperte.
La mostra ha il suo epicentro nell´opera del Caravaggio, di cui sono presenti moltissime opere provenienti da diverse destinazioni.
In mostra saranno presenti quaranta capolavori assoluti non solo appartenuti alla sua collezione, ma anche altri provenienti dall´Hermitage Museum di San Pietroburgo, dalla Pinacoteca Nazionale di Bologna, dalla Galleria Borghese di Roma.
La mostra tiene quindi conto dell´intero percorso di studi del grande collezionista e comprende i più grandi capolavori dell´arte italiana, dal Guercino a Caravaggio, da Guido Reni ad Annibale Carracci.
Come già detto, l´epicentro della rassegna artistica è sicuramente il genio caravaggesco di cui Sir Mahon è stato uno dei più grandi sostenitori.
L´arte intensa e suggestiva nonché rivoluzionaria di Michelangelo Merisi, con le sue luci ed ombre, ha estasiato il mecenate che, più di tutti di altri studiosi, ha intuito nell´opera caravaggesca la rottura con gli schemi pittorici dell´epoca precedente, con innovazioni pittoriche straordinarie, primo grande trasgressore dei parametri sino ad allora propri del manierismo e che gettò le basi di una nuova sensibilità verso l´opera d´arte completamente rinnovata.
Tanto è che Caravaggio, nulla togliendo agli altri grandi maestri del Barocco Italiano, rimane una delle figure più affascinanti della Storia dell´arte italiana.
 
Registrato presso il Registro della Stampa, Tribunale di Roma n. 288 del 12.12.2013
©2018 Società Belle Arti srl - Via Giulia 127, 00186 Roma - C.F./P.IVA 12231251005
webmaster: Daniele Sorrentino