Il foglio dell'Arte
Home
Redazione
Contatti
NEWS ARTICOLI MUSEI E MOSTRE COMUNICATI STAMPA ASTE
  15 Dicembre 2018
25/02/2015 di Federica Vitale

All´Expo 2015 in arrivo la mostra Leonardo 1452-1519. Un viaggio nel genio


Manca davvero poco all´apertura dell´Expo 2015 e, sebbene il tema sia quello inerente l´alimentazione, l´arte avrà il suo spazio nel corso dell´evento. Attesa, infatti, la mostra che avrà come protagonista un genio indiscusso dell´arte italiana, dal titolo "Leonardo 1452-1519". Curata da due noti specialisti leonardeschi, Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio, l´esposizione si terrà al Palazzo Reale di Milano dal 15 aprile al 19 luglio.
"Leonardo da Vinci a Milano ha immaginato e progettato idee nuove che spostavano più in là i confini delle possibilità dell´uomo". A parlare è il Sindaco Giuliano Pisapia, che con grande orgoglio presenta la mostra, forse, più attesa. "È qui a Milano che Leonardo ha dato forma alle intuizioni più efficaci per il progresso della civiltà a tutti i livelli. Lo ha fatto perché nei suoi soggiorni milanesi ha trovato una città aperta, una città che dava fiducia a chi portava idee nuove. La stessa Milano di oggi. E´ per questo motivo che abbiamo deciso di inaugurare i grandi eventi culturali di Expo, nell´aprile del 2015, con una mostra, un unicum mondiale, dedicata interamente a lui inedita per vastità, completezza e trasversalità".

Ad essere esposte centinaia di opere, riunite seguendo un percorso tematico che guiderà il pubblico verso un approfondimento del genio indiscusso. E in una città che, forse, tra tutte è quella che ospita il maggior numero di opere leonardesche. Tra i capolavori, quindi, quelli legati alla pittura, insieme ad alcuni dei codici originali e oltre cento disegni autografi. Inoltre, il visitatore avrà la possibilità di addentrarsi negli studi di Leonardo grazie ai diversi disegni, manoscritti, sculture e codici provenienti dai musei e dalle biblioteche di tutto il mondo come anche da collezioni private.

L´obiettivo è quello di offrire ai visitatori una lettura trasversale del genio di Da Vinci, che sia in grado di riassumere tutta la sua poliedrica produzione. E per adempiere un tale scopo, punti fermi della rassegna saranno alcuni temi nodali delle ricerche e della sua attività come artista e come scienziato.

Al centro della esposizione leonardesca, anche il rapporto tra la sua pittura e scultura, tra l´arte antica e quella moderna, nelle quali si fondono le conoscenze di Da Vinci sulla relazione tra spazio e prospettiva. Che si riassumono in quello che sarà il celeberrimo Uomo di Vitruvio, forse la vera icona della mostra milanese.

Confluiranno, inoltre, a Palazzo Reale anche cento disegni autografi. Circa trenta di questi provengono dal Codice Atlantico e "prestati" dalla Biblioteca Ambrosiana; mentre altrettanti saranno provenienti Royal Library di Windsor. Anche il British Museum contribuirà con altre cinque opere, quattro prestati dal Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi, cinque dal Metropolitan Museum di New York e cinque dalla Biblioteca Reale di Torino.

Esposte anche alcune creazioni del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, che farà la sua parte grazie a tre modelli storici di macchine, come il carro automotore, il maglio battiloro e il telaio meccanico. Ognuno realizzato dall´interpretazione dei disegni di Leonardo.
Grande attesa anche per la riproduzione video del Cenacolo, provvista di pannelli descrittivi e postazioni interattive. Ma sarà possibile "trovare" Leonardo anche in altre sedi espositive sparse per il capoluogo lombardo. Infatti, altre mostre verranno organizzate nella Biblioteca Trivulziana al Castello Sforzesco di Milano, nella Sala delle Assesempre al Castello e, infine, nella Pinacoteca Ambrosiana.

Ampio spazio verrà dato anche ad alcuni suoi predecessori e contemporanei, tra cui Antonello da Messina, Botticelli, Filippino Lippi, Paolo Uccello, Ghirlandaio, Verrocchio; e, ancora, Lorenzo di Credi, Antonio e Piero del Pollaiolo, Jean van Eyck, Luca Della Robbia, Francesco di Giorgio Martini, Giuliano da Sangallo e Bramante.


GALLERIA FOTOGRAFICA
 
 
Registrato presso il Registro della Stampa, Tribunale di Roma n. 288 del 12.12.2013
©2018 Società Belle Arti srl - Via Giulia 127, 00186 Roma - C.F./P.IVA 12231251005
webmaster: Daniele Sorrentino