Il foglio dell'Arte
Home
Redazione
Contatti
NEWS ARTICOLI MUSEI E MOSTRE COMUNICATI STAMPA ASTE
  14 Dicembre 2018
04/04/2014 di Marco Minuto

Matisse: La figura, la forma della linea, l´emozione del colore

MATISSE
MATISSE
Matisse è considerato un gigante dell´arte moderna. Il suo genio ha cambiato il corso dell´arte del novecento, donando la sua visione ad ogni genere artistico da lui cimentato. Infatti l´artista ha interpretato temi classici della pittura come la natura morta di stile fiammingo, il nudo, il ritratto con la sua personale elaborazione dei vari stili nella sua incessante ricerca artistica ; come l´impressionismo, Van Gogh e la teoria dei colori, il divisionismo, il neoimpressionismo, il fauvismo di cui fu l´artista simbolo. Ma la figura, principalmente quella femminile è al centro del pensiero e dell´opera di Matisse, una ricerca che durerà l´intero arco della sua esistenza.
La mostra è curata da Isabelle Monod-Fontaine, già vicedirettrice del centro pompidu e si sviluppa tra dipinti, sculture, incisioni, disegni ed esalta il genio di Matisse sia per la sua ricerca sulla forza del colore che per il suo talento sia grafico che scultorio.
Il suo genio creativo e la sua ispirazione rendono tangibili le emozioni risvegliate dai suoi modelli, riuscendo quasi a far danzare i corpi, in arabeschi dai colori esplosivi.
Come Picasso, amico rivale, Matisse a sovvertito la rappresentazione classica della figura, infatti con sagome colorate a composto forme quasi astratte.
La sua opera ha influenzato sia i suoi contemporanei che i pittori del secolo successivo. Le opere esposte sono provenienti da musei di tutto il mondo e da collezioni private. Tra le opere che testimoniano la sua ricerca sulla figura ci sono "Il ritratto di Andrè Derain", il bronzo "La serpentina", la tela "Nudo con sciarpa bianca". Ancor più evidente la sua ossessione per l´essenza della figura femminile è in mostra con l´opera "Le due sorelle" e "Nudo seduta di spalle".

Nelle opere del primo dopoguerra Matisse è abbagliato dalla luce della Costa Azzurra in cui è sempre presente la figura della modella, dopodichè appaiono due opere sul tema delle "odalische" del 1926-1927. Il suo percorso evolutivo prosegue sempre più focalizzato sulla fiigura femminile, sino alle opere di un Matisse anziano ma con una forza immaginativa prorompente è il caso di "Giovane donna in bianco su sfondo rosso" (1946) ed "Interno Blu con due ragazze" (1947).
 
Registrato presso il Registro della Stampa, Tribunale di Roma n. 288 del 12.12.2013
©2018 Società Belle Arti srl - Via Giulia 127, 00186 Roma - C.F./P.IVA 12231251005
webmaster: Daniele Sorrentino