Il foglio dell'Arte
Home
Redazione
Contatti
NEWS ARTICOLI MUSEI E MOSTRE COMUNICATI STAMPA ASTE
  14 Dicembre 2018
12/11/2014 di Alessandra Di Romano

Henrie Cartier- Bresson, foto di vita


La mostra di Henrie Cartier-Bresson inaugurata il 26 settembre al Museo dell´Ara Pacis di Roma, è un vero successo che non sorprende, ma ciò che, invece, continua a stupire sono i numeri che sta raggiungendo. Curata dallo storico della fotografia, Clément Chéroux, in collaborazione con la Fondazione Henrie Cartier-Bresson, la mostra già presentata al Centre Pompidou di Parigi, dopo Roma sarà a Madrid. Frutto di un lungo cammino, risultato di un arduo lavoro di ricerca la retrospettiva propone un immenso corpus d´immagini passando dalle celeberrime foto a lavori meno noti.
A 10 anni esatti dalla scomparsa di Henrie Cartier-Bresson ( 1908-2004), questa rassegna straordinaria, offre una nuova ed approfondita lettura della figura dello storico fotografo, ma anche un´inedita lezione storiografica del nostro secolo.
9 sezioni, scandite cronologicamente, che racchiudono l´excursus della sua vita artistica, un´introduzione, le prime fotografie, i viaggi fotografici, l´impegno politico, le guerre, il reporter, il reporter professionista, la fotografia dopo la fotografia e una ricognizione. Presenti 500 opere, 350 stampe vintage d´epoca, centinaia di articoli di quotidiani, disegni, film e documenti.
Una mostra che nel voler presentare l´artista in tutte le sue sfaccettature non lo limita, ma traccia in maniera fluida tutti gli elementi che hanno contribuito a renderlo il fotografo del secolo, dalle primissime influenze derivanti dagli studi in accademia, alle lezioni di Atget, agli influssi di Cezanne e a quelli surrealisti. Un legame quello con la pittura in perenne attività che occorre tener presente per comprendere a pieno i suoi sviluppi artistici, per passare, poi, attraverso la famosa agenzia Magnum Photos fondata nel 1947 con Robert Capa, David Seymour, George Rodger, William Vandivert.
Dietro ad ogni singolo racconto fotografico si coglie la bellezza del quotidiano, di quell´istante catturato con una naturalezza irripetibile rendendo immortali anche i protagonisti dei suoi scatti, semplici passanti e bambini che contribuiscono a rendere dinamiche le sue opere, una splendida indagine storica e sociologica.
Testimonianze di un secolo raccolte attraverso un occhio infallibile, l´obiettivo della sua Leica che mai abbandona e che ci consegna ancora oggi l´intera poesia con cui Bresson ha voluto fermare dei semplici attimi diventati oggi icone di un tempo passato, del nostro passato.
 
Registrato presso il Registro della Stampa, Tribunale di Roma n. 288 del 12.12.2013
©2018 Società Belle Arti srl - Via Giulia 127, 00186 Roma - C.F./P.IVA 12231251005
webmaster: Daniele Sorrentino