Il foglio dell'Arte
Home
Redazione
Contatti
NEWS ARTICOLI MUSEI E MOSTRE COMUNICATI STAMPA ASTE
  14 Dicembre 2018
10/02/2014 di Marco Minuto

Le gemme dell´Impressionismo in mostra a Roma

LE GEMME DELL’IMPRESSIONISMO IN MOSTRA A ROMA
LE GEMME DELL’IMPRESSIONISMO IN MOSTRA A ROMA
Una mostra eccezionale che sta per terminare e che merita di essere visitata dai ritardatari. L´esposizione è preziosa sia per la bellezza che per la rarità delle opere esposte. Infatti da Parigi a Washington, L´Ara Pacis è l´unico museo Europeo che ha l´onore di accogliere i capolavori degli Impressionisti francesi, che escono dalla loro sede nella National Gallery of Art di Washington per essere esposti in vari musei del mondo, tra cui San Francisco, Sant´Antonio, Tokio e Seattle. L´esposizione raccoglie sessantotto opere e la sua rilevante peculiarità è che ha un percorso suddiviso in sezioni a tema ; (Dal paesaggio, al ritratto, alla natura morta) che ci porta ad attraversare l´Impressionismo degli albori con Boudin, maestro di Monet sino al XIX. L´impressionismo creato da pittori indipendenti, all´inizio fu un movimento molto criticato. Oggi annovera gli artisti più amati e ricercati e quindi, una mostra di questa corrente pittorica organizzata in Italia, dove i musei ospitano molto poco di tale espressione artistica su tela sta avendo un grande eco internazionale. Tra l´altro, come osserva Renato Miracco, nel suo saggio dedicato alla mostra, l´impressionismo è "l´unica cultura del moderno che un vasto pubblico riesce a capire", perché l´impressione arriva al cuore e dal cuore. È Claude Monet che apre la mostra con una veduta di Argenteuil ad introdurre il visitatore al paesaggio impressionista con i suoi colori che emozionano il visitatore sino allo stupore. Ci sono poi le marine ventose di Boudin, le campagne di Pizzarro ed i panorami cittadini di Sisley. Nella stessa ala i dipinti maestosi di Rembrandt e Van Gogh, che con i suoi Tulipani Rossi lascia senza respiro chi le osserva. In mostra anche le corse dei cavalli di Degas e poi ancora Seurat, Redon e tanti altri. Un genere rinnovato dagli Impressionisti furono ritratti, spicca tra essi un´autoritratto di Gaugin. Infine tra le meraviglie di questa mostra spiccano le nature morte di Manet e la Toure, ed i celebri ed immortali dipinti di Cezanne.
 
Registrato presso il Registro della Stampa, Tribunale di Roma n. 288 del 12.12.2013
©2018 Società Belle Arti srl - Via Giulia 127, 00186 Roma - C.F./P.IVA 12231251005
webmaster: Daniele Sorrentino