Il foglio dell'Arte
Home
Redazione
Contatti
NEWS ARTICOLI MUSEI E MOSTRE COMUNICATI STAMPA ASTE
  14 Dicembre 2018
03/08/2014 di Marco Minuto

Firenze Palazzo Strozzi Picasso e la Modernità spagnola 20 Settembre 2014- 25 Gennaio 2015

Pablo Picasso, Guernica 1937
Pablo Picasso, Guernica 1937
Approda a Firenze l´opera del protagonista della pittura del XX secolo, Picasso, genio che ha rivoluzionato il modo di concepire l´arte.
La mostra curata da Eugenio Carmona, che già nello stesso palazzo nel 2011 organizzò la mostra dal titolo Picasso, Mirò, Dalì. Giovani e arrabbiati : La nascita della modernità.
La rassegna mostrerà al pubblico, ripercorrendo un periodo storico tra il 1910 ed il 1963 una ampia selezione di opere del genio spagnolo accostati a quelli di altri artisti.
Proprio per questo la mostra è un invito alla visitazione poiché oltre alla pittura si evidenzieranno temi e poetiche che hanno contraddistinto le trasformazioni dell´Arte e della cultura spagnola in rapporto al contesto sociale e storico nonché politico.
Picasso e la modernità spagnola mostrerà quindi un gran numero di opere del grande pittore catalano accostate ad altri artisti, tutto ciò tra dipinti, sculture, incisioni, disegni ed anche un film d’autore.
Saranno novanta le opere di Picasso d´ammirare che dialogheranno con le creazioni di altri importantissimi artisti spagnoli quali Joan Mirò, Salvador Dalì, Juan Gris, Maria Blanchard, Julio Gonzàlez.
Tutto ciò indurrà il pubblico a scoprire ed a comprendere come le intuizioni di Picasso abbiano completamente influenzato l´Arte a lui contemporanea e successiva.
I capolavori di Picasso, oltre a far comprendere il genio dell´autore permettono di riflettere su come oltre al mito, la sua arte abbia sottolineato gli orrori della guerra civile spagnola.
Come nel suo grande capolavoro "Guernica" del 1937 dedicata al bombardamento nazista, che appoggiava il regime di Francisco Franco durante la Guerra civile spagnola sulla città basca.
Tanto è che Picasso vietò l´esposizione del capolavoro nella sua terra natale sino al ritorno della stessa da New York nel 1981.
Tra i tanti capolavori esposti "Testa di Donna del 1910", "ritratto di "Dora Maar del 1939" e il "pittore e la modella del 1963".
Di Mirò ammiriamo "Siurana, il sentiero del 1917" e "figura e Uccello nella notte nel 1945", mentre l´arlecchino di Dalì esprime tutta l´essenza espressiva dell´autore.
Inoltre da sottolineare sono i disegni, le incisioni, ed i dipinti preparatori di Picasso per il soprannominato capolavoro Guernica.
Dobbiamo al genio, all´estasi, al tormento ed alla ricerca infinita e viscerale della genialità indiscussa di Picasso il totale cambio di rotta della Storia dell´Arte moderna che non sarà mai più la stessa.
 
Registrato presso il Registro della Stampa, Tribunale di Roma n. 288 del 12.12.2013
©2018 Società Belle Arti srl - Via Giulia 127, 00186 Roma - C.F./P.IVA 12231251005
webmaster: Daniele Sorrentino